Brizurà ADV S.r.l.
Via Orazio Antinori, 42 | 95125 Catania
brizura@brizura.it
P.IVA: 04768260871

Brizurà ADV S.r.l.
Via Orazio Antinori, 42 | 95125 Catania
brizura@brizura.it
P.IVA: 04768260871
    • settembre 16, 2013

      Linkedin: da oggi anche “social universitario”

      0

      • 3343 Views
      • /
      • 0 Comments
      • /
      • in Blog
      • /
      • by Roberta
      Share

      Nato nel 2002 dal fondatore Reid Hoffman, Linkedin fu il primo social network a muovere i passi in rete, contando oggi più di 161 milioni di soci in oltre 200 paesi.

      Lo scopo principale, del social in questione, è sempre stato quello di riuscire a mettere in contatto diversi profili professionali, per creare e intrattenere relazioni online sulla base, però, di contatti lavorativi. In questo modo i titolari di aziende e tutti coloro i quali sono alle ricerca di un impiego, hanno la possibilità di crearsi un profilo, allo stesso modo di facebook, di condividere i messaggi sulla propria bacheca, e di interagire con gli altri utenti.

      Il punto di forza che fa “distinguere” Linkedin da tutti gli altri social, è la creazione di un account “professionalmente perfetto”. Importantissimo è includere tutte le competenze, le esperienze e le capacità possedute da ogni utente, essenziale passaggio questo per suscitare curiosità nelle aziende per creare con esse un possibile contatto. A tutto questo è sempre bene creare dei collegamenti ad eventuali blog o siti, realizzati dai singoli.

      Non bisogna dimenticare inoltre che, come ogni social network che si rispetti, linkedin da la possibilità di entrare  in contatto con persone tue conoscenti e non, inviandoti suggerimenti d’amicizia che tengono conto del luogo in cui lavori o hai lavorato, della scuola o dell’università frequentata. Da qui è quindi possibile interagire con gruppi di persone appartenenti ad uno stesso settore professionale.

      Linkedin però cerca sempre di essere un passo avanti, infatti da poco sono state introdotte nuove pagine prettamente “universitarie” che consentono a più di 200 atenei di restare in contatto con i propri studenti, e cosa ancor più nuova di entrare in contatto con potenziali nuove matricole, proponendo loro offerte formative. Attraverso una guida virtuale i giovani effettuano un’accurata analisi, si documento affinché la loro sia una scelta giusta e ben ponderata. In più i ragazzi hanno la possibilità non solo di restare aggiornati su tutte le news della futura università, ma anche di contattare i vecchi studenti per chiedere loro consigli e suggerimenti utili.

      Il proposito è quindi quello di creare studenti più consapevoli, decisi e pronti ad affrontare la loro carriera universitaria con maggiore coscienza e responsabilità.

      Anche se in Italia questo servizio non è ancora attivo, siamo certi che anche noi ben presto riusciremo a camminare di pari passo con tutti gli altri paesi.

      LASCIA UN COMMENTO

      L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *